Bentornati in redazione! 

“Tutto è lecito in guerra e in amore ma alcune battaglie non lasciano vincitori, solo una scia di cuori spezzati che ci fa chiedere se il prezzo che paghiamo valga davvero la pena di combattere.” Riconoscete questa citazione? Gli amanti della serie in costume “Bridgerton” sapranno che queste sono parole scritte dall’acuta Lady Whistledown, uno dei personaggi che noi apprezziamo maggiormente. 

Prima di cominciare il nostro viaggio tra le due stagioni del programma, vi proponiamo il nostro personale parere sulla produzione Netflix. “Bridgerton” è una di quelle serie TV che accalappia immediatamente gli spettatori accaniti, essendo che si svolge nel passato: pur non amando la storia, è impossibile non rimanere calamitati dagli eleganti balli di Lady Danbury o dalla passione focosa che scorre nelle vene degli otto fratelli. La trasmissione narra infatti delle vicende che agitano la vita dei figli di Lady Bridgerton, geniale vedova dalla mente aperta; tra drammi amorosi, battaglie femministe e scandali d’alta società. 

Durante la prima stagione i produttori ci presentano Daphne Bridgerton, vivace al suo debutto in società e brillante nell’affrontare le dinamiche del matrimonio: la giovane si scontra immediatamente con lo scapolo più ambito da tutte le madri, il duca di Hastings. Entrambi sopraffatti dalle aspettative della società, si alleano stringendo un subdolo patto, il quale aiuterà lei ad avere gli occhi degli uomini addosso, e lui ad essere meno accerchiato da padri di famiglia che testano il territorio.

Simon, tale è il nome dell’affascinante duca, ha un passato turbolento e questo lo rende un personaggio leggermente stereotipato, ma dobbiamo confessare che con i suoi modi seducenti ha conquistato anche noi. Daphne non è una giovine banale anzi, si impegna per raggiungere i suoi obbiettivi e non possiamo biasimarla se uno di questi è il matrimonio.

La seconda stagione si apre con numerosi flashback che rivelano la natura riservata del primogenito, Anthony, descritto quasi negativamente negli episodi precedenti. In realtà, il giovane uomo si è semplicemente occupato della famiglia da solo, sorreggendo madre e fratelli dalla morte prematura del padre, possedente del prestigioso titolo di “visconte”. Anthony ha finalmente deciso di scegliere una viscontessa e il nuovo diamante della regina, Edwina Sharma, si rivela essere straordinariamente perfetta: bella, rispettosa, gentile, educata. L’unico ostacolo che si presenta di fronte al determinato visconte è la sorella della prediletta, Kate. Testarda, protettiva e poco conforme alle convenzioni sociali, tra lei e il protagonista scatta la scintilla, che li travolge in una storia movimentata e ardente. Tra le parole taglienti della misteriosa Lady Whistledown e i tentativi di tutti i Bridgerton di realizzarsi, questa seconda serie di episodi è ritenuta ancora più accattivante della prima, nonostante quest’ultima sia stata un successo. 

Saprete resistere ai magnetici sguardi di Anthony? Cederete ai sospiri sognando un legame fraterno come quello tra Benedict Bridgerton e la sorella Eloise? Voi ragazze, aspetterete senza paura di essere degnate di uno sguardo dal vostro amato, come Penelope Featherington e Colin Bridgerton? 

Godetevi i sedici episodi di questo programma, tenendovi a portata i fazzoletti per le lacrime, siano queste di gioia o dolore! E, per concludere in bellezza, ecco una perla della sagace quintogenita: “Non capiró mai questa moda delle piume in testa, perché porre ancora più l’attenzione sul fatto che siamo pollastre in cerca di attenzioni maschili? Perché la scelta deve essere sempre tra starnazzare e covare o non lasciare mai il nido? E se io volessi semplicemente prendere il volo?”

Un saluto da Marghe e Brigitte! 

Hits: 81